Convenzione OCSE - Consiglio d'Europa sulla mutua assistenza amministrativa in materia fiscale

L'Italia ha aderito alla Convenzione OCSE - Consiglio d'Europa (testo italiano) sulla mutua assistenza amministrativa in materia fiscale. La Convenzione è stata successivamente modificata dal Protocollo entrato in vigore il 1° giugno 2011 in linea con la normativa gli standard internazionali in materia di trasparenza e scambio di informazioni.

Essa prevede tutte le forme possibili di cooperazione amministrativa tra gli Stati in materia di accertamento e riscossione delle imposte, ponendosi in particolar modo l'obiettivo di contrastare l'elusione e l'evasione fiscale.

La Convenzione è aperta alla firma degli Stati membri delle due Organizzazioni internazionali che hanno partecipato alla sua elaborazione: il Consiglio d’Europa e l'OCSE. Inoltre, come emendata dal Protocollo 2010 è anche aperta alla firma di Stati non membri del Consiglio d’Europa né dell'OCSE, sulla base di una procedura specifica e di controlli previ sulla riservatezza e il trattamento dei dati.

L’aggiornamento delle firme e della ratifiche è disponibile presso il link seguente:

http://www.oecd.org/tax/exchange-of-tax-information/Status_of_convention.pdf

Il rapido aumento delle firme e delle ratifiche della Convenzione degli ultimi anni è un segnale del rafforzamento della trasparenza fiscale. La Convenzione infatti rappresenta uno strumento aggiuntivo alle disposizioni sulla trasparenza fiscale contenute nelle Convenzioni contro le Doppie Imposizioni (articolo 26) e i TIEA, che gli stati possono attivare qualora lo ritengano più opportuno.

L’Italia è attualmente Vice-Chair dell’organismo di coordinamento (Co-ordinating Body) che presiede al regolare funzionamento delle procedure previste.

Per saperne di più