Incentivi fiscali per investimenti in start-up innovative e PMI innovative

10-07-2019

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, recante incentivi fiscali all’investimento in start-up innovative e in PMI innovative, in attuazione dell’articolo 29 del decreto-legge n. 179 del 2012 e dell’articolo 4 del decreto-legge n. 3 del 2015.

Il provvedimento, da una parte, potenzia gli incentivi fiscali per gli investimenti in capitale di rischio nelle start-up innovative e, dall’altra, estende gli incentivi a tutte le PMI innovative, prevedendo:

  • per i soggetti passivi dell’IRPEF, una detrazione dall’imposta lorda pari al 30% dei conferimenti effettuati, per un importo non superiore a 1 milione di euro;
  • per i soggetti passivi dell’IRES, una deduzione dal reddito complessivo pari al 30% dei conferimenti effettuati, per un importo non superiore  a 1,8 milioni di euro.

Sono agevolabili gli investimenti effettuati nei periodi di imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2016 diretti verso start-up innovative e PMI innovative, regolarmente iscritte nella relativa sezione speciale del Registro delle imprese.

Le modalità di attuazione del presedente decreto sono state emanate - ai fini della disciplina europea in materia di aiuti di Stato – in esecuzione della decisione C(2018) 8389 final del 17 dicembre 2018, con la quale la Commissione europea ha considerato la misura compatibile con il mercato interno.